domenica 23 settembre 2007

euskadi

ad un telegiornale della famiglia Berlusconi oggi c'era Michela Vittoria Brambilla che sentenziava qualche sua personalissima stronzata dalla sede dei suoi inutili Circoli della libertà.

distraendo l'attenzione dalle sue forbitissime e perfettamente calpestabili opinioni ho notato l'autorevole sfondo della sala: un campo azzurro con scritta in bianco "libertà" in molte lingue. niente di strano, data la continua lotta della signora Brambilla per la libertà, in particolare quella del suo principale. se non fosse che c'era anche scritto askatasuna, ovvero libertà in lingua basca, nonché nome di un famoso centro sociale torinese, non certo famoso per le sue idee conservatrici e retrograde a favore della libera impresa e dell'impunità del cavaliere.

qualcuno le ha detto che uno dei migliori amici del suo padrone quando era primo ministro in Spagna ha fatto di tutto per cancellare quel poco di askatasuna che si era faticosamente conquistato Euskadi?

3 commenti:

iggy ha detto...

lei non deve sapere, ma solo obbedire. se qualcuno le ha detto di far scrivere libertà in tutte le lingue lei obbedisce (chél tiggì è una vetrina importante).
e sicuramente nessuno ha detto lei che e.t.a. è l'acronimo di euskadi ta askatasuna (paese basco e libertà) che persegue gli ideali di patria socialista e libertà con le armi e le bombe.
come vedi, alla parola libertà, ognuno dà il significato che vuole..

cinzia ha detto...

...è sempre più merdaviglioso il mondo della politica...tenendo conto di come governare "il mondo".
Mi piace molto questo tuo sito! complimenti per gli ideali per cui lotti!

Anna ha detto...

Olá!

Voltas a casa e novo blog. Gostei muito. COm certeza que nem sabe que é euskera. Seguramente acha que é uma lingua estranha duma pequena tribu da Africa Central.

(Tentei escrever qualquer coisa em italiano mas nao consegui)

Petons!
Anna